Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

Dopo novant’anni tornerà a scorrere l’acqua nei canali che alimentano le macine del Mulino dell’Abbazia di Chiaravalle e sarà possibile macinare mais dopo 90 anni di inattività, grazie a un lungo lavoro di ripristino portato avanti dalla Comunità Monastica, Koinè cooperativa sociale, Parco Agricolo Sud Milano, Comune di Milano, depuratore di Nosedo, Consorzio Utenti Roggia Vettabbia, aziende agricole locali e imprenditori del Borgo di Chiaravalle.

Domenica 11 novembre cittadini, associazioni, giornalisti sono invitati a partecipare al taglio del nastro e alle iniziative in programma:

14:45 Registrazione dei partecipanti davanti alla portineria dell’Abbazia.
15:00 Discorso inaugurale nella sala convegni del Monastero (Comunità Monastica, Koinè cooperativa sociale, Parco Agricolo Sud Milano, Comune di Milano).
16:00   taglio del nastro al Mulino e messa in funzione della macina a titolo dimostrativo fino alle 18:30. Sarà presente l’assessore Urbanistica, Verde e Agricoltura del Comune di Milano Pierfrancesco Maran
16:15 brindisi presso la Sala Scavi del Mulino.
16:30 visita guidata al Mulino in funzione, aperta al pubblico partecipante alla inaugurazione a gruppi da 35 persone (durata 30 minuti).
17:00 apertura visite guidate agli esterni (durata 30 minuti).
18:30 termine dei lavori

Accesso su prenotazione:

tel +39 02 84930432  (martedì – venerdì)    infopoint@monasterochiaravalle.it 

 

IL MULINO: Il Mulino del Monastero di S. Maria di Chiaravalle, fondato da S. Bernardo di Clairvaux dell’Ordine dei Monaci Cistercensi nel 1135, è coevo all’Abbazia ed è uno dei mulini esistenti più antichi della Lombardia. E’ simbolo della imprenditorialità di una comunità operosa che ha saputo – nei secoli – massimizzare la produttività agricola modificando l’ambiente senza impoverirlo. Il Mulino è rimasto attivo per secoli – anche dopo l’allontanamento in periodo napoleonico dell’Ordine monastico dei Cistercensi da Chiaravalle – fino all’inizio del secolo scorso, per poi cadere in disuso ed essere impropriamente convertito ad uso residenziale fino al suo totale abbandono nel 1963.
La Città Metropolitana di Milano, in qualità di Gestore del Parco Agricolo Sud Milano, è stata il principale fautore sia del restauro, concluso nel 2009, delle strutture murarie che della ricostruzione della macchina molitoria: ruota, ingranaggi e macina.
Il Comune di Milano – con la recente realizzazione del Parco di Roggia Vettabbia – è il principale fautore del ripristino del sistema delle acque all’interno di un vasto ambito territoriale, grazie al quale è oggi possibile la riattivazione del mulino.

 

Durante la giornata per chi volesse fare le consuete visite guidate a pagamento, il programma è il seguente:

  • Ore 15.00 Chiesa e Chiostro
  • Ore 16.00 Chiesa, Chiostro
  • Ore 17.00 Cappella di San Bernardo
  • Ore 17.30 Cappella di San Bernardo